Esperienze di didattica a distanza

Il caso dell'Università della Namibia

di Bruno venditto

L'epidemia di COVID-19 della fine del 2019 ha prodotto un blocco delle attività in tutto il mondo e generato allarme anche nel campo della formazione. A causa della trasmissione del virus, favorita dalla semplice vicinanza delle persone, per contenere la pandemia la maggior parte dei governi ha imposto una iniziale chiusura di tutte le attività produttive non essenziali e dell’insegnamento. Nel maggio del 2020 l'UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) ha calcolato che 161 paesi avevano effettuato diverse forme di chiusura delle scuole, con più del 69.4% della popolazione totale di studenti (iscritti a scuole di pre-primaria, primaria, secondaria e superiore), per un totale di quasi 1.2 miliardi di bambini e ragazzi.

 

Cosa abbiamo imparato da questa esperienza? Quali considerazioni possiamo fare dal punto di vista dell'insegnamento e dell'organizzazione amministrativa?

Bruno Venditto, ricercatore dell'Istituto di Studi sul Mediterraneo del CNR ed esperto in mobilità umana e sviluppo economico, analizza queste tematiche dopo l'esperienza d'insegnamento presso l'Università di Namibia nel periodo del lockdown a causa del Covid19.

Anche in Namibia infatti la chiusura delle scuole, dei college e delle università ha causato l'interruzione dell'insegnamento, con cancellazione o rinvio di molti esami, o l'adozione della didattica a distanza. Ma a causa della diversa distribuzione delle risorse e ai problemi derivanti dalle disuguaglianze sociali ed economiche, tutto ciò rischia di portare ad un aumento del divario sociale ed economico tra gli studenti.

A livello globale invece si osserva che nel 2019, prima della diffusione della pandemia del Covid-19, gli investimenti nella tecnologia per la didattica avevano raggiunto i 18,66 miliardi di dollari e il mercato prevedeva di raggiungere i 350 miliardi di dollari entro il 2025. La pandemia ha dato dunque l'opportunità di testare su scala planetaria l'uso di queste nuove tecnologie che, in teoria, possono essere uno strumento efficace per promuovere l'istruzione ovunque.

Ma perché ciò avvenga, soprattutto in contesti particolarmente svantaggiati come possono essere molti paesi “in via di sviluppo”, occorrono ovunque connessioni veloci, capillari e stabili, la giusta tecnologia per ciascuno. E, come osserva Bruno Venditto, è necessario soprattutto che gli istituti di istruzione aumentino i loro sforzi per formare tutti gli studenti all'uso di queste nuove tecnologie, per alcuni non ancora accessibili o sufficientemente conosciute.

Per saperne di più:

Venditto, Educational experiences under COVID 19: What we have learned from the teaching and administrative point of view. Presentation to the 6th CPD Annual Conference for Educators (23-24 November 2020)

Venditto, Online Education Experiences: From disappointment to friendly mode of learning (in: Development Studies Newsletter UNAM-University of Namibia (vo. 2, issue 2, April 2020)

Tra i lavori scientifici sul tema della didattica a distanza:

Venditto and Rachel Ndinelao Shanyanana-Amaambo, The effect of novel coronavirus COVID-19 outbreak on access to eucation for the marginalised groups (In book: COVID-19: A Global pandemic, a Namibia Perspective)

Bruno Venditto  (CNR-ISMed) si occupa da molti anni di migrazione Africana e di studi di genere, ha pubblicato su questa tematica diversi articoli e capitoli su libri e riviste scientifiche e di divulgazione, tra cui:

2020 Gender Based Violence in Contemporary Namibia: An unsaid tale of changing male-female power relationships, in Fallaci, E. (Ed) Women and Empowerment: Opportunities and Challenges, pp. 199-219. NY: Nova Science Publisher

2019 The construction of the self: Narrative of rural migration in contemporary Namibia, Africa N.S, 1, (2), 97-118

2018 Migrations: an account of women’s empowerment in contemporary Namibia, Journal of Namibian Studies, 24, 85-106

 

 

23 novembre 2020

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.